Arte e CulturaAttualità

Giacomo Maccheroni “Governare la città. Pontedera (1965-1975). Ricordi e riflessioni”

Un racconto di un sindaco, di una città e di tanti eventi che hanno fatto la storia di Pontedera

Stamani Domenica 10 gennaio 2021, alle 10.00 nella Sala del Consiglio Comunale di Pontedera, alla presenza del sindaco di Pontedera Matteo Franconi, del giornalista Mario Mannucci, dell’ex sindaco Carletto Monni e dell’editore Michele Quirici (Tagete Edizioni) è stato presentato il volume di Giacomo Maccheroni “Governare la città. Pontedera (1965-1975). Ricordi e riflessioni”. 

 

Il libro raccoglie le riflessioni di Giacomo Maccheroni, sindaco e amministratore della città in quegli anni. Sono passati 55 anni da quando Giacomo Maccheroni indossò per la prima volta la fascia di sindaco di Pontedera e ne sono passati 45 da quando scese i gradini di Palazzo Stefanelli per salire quelli della Regione Toscana, viatico per un altro palazzo che lo accoglierà, quello di Montecitorio.

“Maccheroni è stato sindaco, amministratore regionale, deputato – dice il sindaco Matteo Franconi – ed ha fatto la storia della nostra città. La sua esperienza può essere una grande lezione per tutti coloro che amministrano la città o semplicemente la vivono. Vorrei ricordare anche che affrontò con coraggio, forza e determinazione il dramma dell’alluvione del 1966, che mise in ginocchio l’economia cittadina. Una prova che ha qualche analogia con quanto stiamo vivendo in questi drammatici mesi di pandemia.

La sua voce – continua il sindaco Franconi – ha un timbro alto che riempie la stanza in cui si trova; non è mai mancata ad esortare gli interlocutori. Dopo aver pubblicato un’autobiografia politica oggi Giacomo vuole raccontare il suo percorso da sindaco e la storia di quegli uomini che governarono, amministrarono e decisero le sorti di Pontedera dal 1965 al 1975. Oggi a distanza di molti anni non possiamo non notare che tanti processi iniziati in quel periodo hanno determinato una direzione che ancora oggi seguiamo”.

“Alcune delle sfide di ieri – aggiunge Michele Quirici, l’editore di Tagete – in questi anni si sono riproposte sotto altra forma e le scelte dell’amministrazione Maccheroni hanno sicuramente segnato la storia della città. Questo non è un libro storico ma sono sicuro che in molti ritroveranno eventi e fatti che conoscono.

Cerchiamo di raccontare nel libro anche chi è Giacomo Maccheroni. Se passeggiate sul corso Matteotti e domandate a qualche anziano vi risponderà in tanti modi: il sindaco dell’alluvione, un guascone, “l’onorevole”, un socialista  della prima ora. Lui percorre quella strada ancora, non a piedi ma su quelle ruote dove lo ha costretto una brutta malattia, con il fedele amico Gino.

  La sua storia parte da molto lontano e la sua militanza socialista nasce con il suo primo vagito provenendo da una famiglia di quella fede. Non si è mai stancato di rivendicare il suo operato e le sue visioni. Il lavoro di Giacomo, infine, è prezioso perché, più che narrare minuziosamente atti e delibere, ci descrive come certi passaggi siano stati vissuti e di come sia stata importante l’organizzazione degli uffici”.

Tags

Maurizio Panicucci

Maurizio Panicucci - Rete Valdera - la web tv che parla del territorio

Articoli Correlati

Back to top button

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi